< Reports

Orphaned Land - Voodoo Kungfu - Imperial Age - Crisalida @ Dagda Live Club

Home

2016-11-24 09:23:51

Orphaned Land - Voodoo Kungfu - Imperial Age - Crisalida @ Dagda Live Club

Il primo dei due show italiani del tour degli Orphaned Land è stata davvero una sorpresa. Sì perché per questo 25th anniversary tour il gruppo israeliano oltre alle loro sonorità orientali hanno portato con loro delle band di spalla di grande livello, ciascuna con una forte identità musicale e culturale. Il ‘melting pot’ musicale proposto è riuscito in pieno ed il pubblico ha accolto con calore ogni singola band che ha calcato il palco del Dagda Live Club il 13 novembre.

Crisalida

Prima band della serata sono i cileni Crisalida, gruppo di Santiago che offre un progressive con sfumature heavy molto valido. I presenti, anche se pochi vista l’ora di inizio dello show, sono caricati dalla notevole energia della frontwoman Cinthia. I ritmi sono incalzanti e le lyrics in spagnolo conferiscono molto carattere ai pezzi proposti. Nonostante la breve durata di questo show di apertura i Crisalida hanno dimostrato in pieno il loro valore.


Crisalida @ Dagda Live Club


Setlist:

  • Araucana
  • Bajo Tierra
  • Cabo de Hornos
  • Morir Aquí
  • Solar Raco


Imperial Age

Il turno tocca ora agli Imperial Age, band russa votata al power di stampo Rhapsodiano con cori altisonanti e tastiere molto presenti. Anche se la proposta musicale non sembra essere tra le più originali il loro lavoro lo fanno molto bene, decisamente adatto sul campo live. Le voci di Anna e Aor si sposano piacevolmente fra loro. Una bella scarica di power imponente e una presenza scenica curata (da notare l’uniforme di Aor) creano una performance di tutto rispetto e molto apprezzata dal pubblico.


Imperial Age @ Dagda Live Club


Setlist:

  • Turn the sun off
  • Death Guard
  • Aryavarta
  • Anthem of valour




Voodoo Kungfu

Ad essere sinceri non conoscevamo molto i cinesi Voodoo Kungfu prima di questa esibizione e, anche per questo motivo, la curiosità ha fatto da padrona così come per molte persone fra il pubblico. Già dal loro ingresso in maschere improntate sulla mitologia Cinese si capisce che quel che stava per iniziare sarebbe stato decisamente originale. Oltre alla presenza scenica tuttavia è quella musicale a lasciare decisamente di stucco. Un metal estremo condito da intermezzi più lenti giostrati dalla versatile voce del vocalist Cobra che salta da growl e screaming graffianti ad acuti di gran caratura. Tutto il concerto non lascia spazio per respirare, aggredendo il palco senza tregua. Piacevole sorpresa in chiusura la cover di Raining Blood perfettamente adattata al loro stile. Pubblico estasiato e rimasto di stucco, nient’altro da aggiungere. Una bella sorpresa, band da tenere sott’occhio.


Voodoo Kungfu @ Dagda Live Club

Setlist:

  • Mongol
  • Celestial Burial
  • Bruce Lee
  • Tibet
  • Born on June 4th
  • Raining Blood (Slayer cover)



Orphaned Land

In chiusura ecco arrivare il turno degli headliner della serata e le loro sonorità orientali: gli Orphaned Land. Il gruppo israeliano riesce sempre a creare molta intesa con il pubblico. Kobi è un frontman carismatico che coinvolge con molta naturalezza ed interagisce con gli spettatori ed anche il resto del gruppo si mostra sempre sorridente e divertito nel calcare il palco. Nella scaletta non mancano pezzi forti del loro repertorio quali All is One, The Kiss of Babylon e Thy Neverending Way. Verso la chiusura dello show molto bella la cover con chitarra e voce di If it be Your Will in omaggio a Leonard Cohen, scomparso pochi giorni prima. La fine del concerto spetta alla classica Norra el Norra tra salti ed applausi, perfetta per chiudere con coinvolgimento uno show molto valido ed in generale una serata davvero sorprendente.


Orphaned Land @ Dagda Live Club


Setlist:

  • All is One
  • The Simple Man
  • Let the Truce Be Known
  • Barakah
  • The Kiss of Babylon (The Sins)
  • Brother
  • Birth of the Three (The Unification)
  • Olat Ha’tamid
  • Ocean Land (The Revelation)
  • Sapari
  • El Meod Na’Ala
  • In Thy Neverending Way (Epilogue)
  • If it be Your Will (Leonard Cohen cover)
  • Norra el Norra (Entering the Ark) / Ornaments of Gold