< Reviews

VANDEN PLAS - The Seraphic Live Works

Home

2017-05-12 09:51:26

VANDEN PLAS - The Seraphic Live Works

Una delle domande che maggiormente assilla una band è ‘quando pubblicare un live album’? Un tempo considerato un traguardo postumo ad una tournee fortunatissima oppure un capitolo transitorio in attesa di nuove uscite, oggi giorno ha perso un po’ di quella patina magica e viene visto per lo più come un pagliativo economico destinato a quei fans irriducibili; ed è un vero peccato perché per alcune band rappresenta l’unico modo per arrivare ‘dal vivo’ in certe nazioni.


Nel caso Vanden Plas, invece, si tratta di rendere immortale un momento storico della carriera…”The Seraphic Liveworks” arriva diciassette anni dopo lo spettacolare “Spirit Of Live” e si compone della performance della band tedesca al ProgPower Fest 2011 di Atlanta, ovvero uno dei festival più prestigiosi del genere. Il sound prestigioso del quintetto appare compatto e accattivante in questa cornice e il pubblico presente sembra essere rapito dalla performance prodigiosa a cui ha potuto assistere.


Forti di un album soprafino come “The Seraphic Clockwork”, uscito nel 2010, Stephan Lill e soci imbastiscono una scaletta che abbraccia nella quasi totalità il materiale del nuovo millennio…”Rush Of Silence” e “Frequency” mettono in moto maggiormente la parte ‘metal’ mentre capitoli come “Holes In The Sky” e “Scar Of An Angel” si impongono maggiormente per epicità e dinamiche. “Christ 0” viene preso in considerazione in apertura e chiusura show con la darkeggiante “Postcard To God” e la colossale “Silently” (qui in una versione davvero unica), mentre come chicche troviamo la trascinante “Cold Wind” (da “Beyond Daylight” del 2002) e l’eccelsa “Far Off Grace” (dal disco omonimo del 1999). Il suono è corposo e potente, le performance oltre ogni più florida immaginazione e la produzione riesce a mantenere quella leggera ovattatura live che non fa mai male.


Se vi state chiedendo se “The Seraphic Liveworks” possa essere un prodotto su cui investire I sudatissimi euro posso dirvi che ne vale davvero la pena…per chi li ha persi nel nuovo millennio, per chi li ha nel cuore o per chi è solo curioso questo live può rappresentare un capitolo in cui perdersi…e rimaniamo in attesa del successore di “Chronicles Of The Immortals: Netherworld II”, ovviamente.


Voto:

8,5

Info

Frontiers Records
2017
Progressive Metal
http://www.vandenplas.de/

Tracklist

01. Postcard To God

02. Rush Of Silence
03. Holes In The Sky
04. Far Off Grace
05. Scar Of An Angel
06. Quicksilver
07. Cold Wind
08. Frequency
09. Silently

Lineup

Stephan Lill: Guitars

Andreas Lill: Drums
Gunter Werno: Keyboards
Andy Kuntz: Vocals
Torsten Reichert: Bass