< Reviews

HATE - Tremendum

Home

2017-05-12 10:16:51

HATE - Tremendum

In certi momenti vorrei realmente possedere la passione che spinge un artista a continuare a costruire la propria carriera; al di là dei risultati ottenuti, credo che dentro a queste persone esista una forma di espressività non comune, capace di superare anche gli ostacoli più insormontabili.


Atf Sinner non molla e i suoi Hate diventano una delle realtà più interessanti della scena estrema disco dopo disco… l’act polacco sembra aver scoperto una vena creativa inesauribile che, unita a una volenterosa modernizzazione del sound, li porta a forgiare dischi dalla corpulenza mastodontica e dall’impatto alienante. L’esperienza ovviamente gioca un ruolo chiave, potendo usufruire dell’enorme bagaglio forgiato in anni di palchi e dischi, ma la freschezza contenuta in questo “Tremendum” è un piacere per le orecchie.


In termini tecnici la band non lascia nulla al caso, cercando di dare alle strutture articolate il massimo della ‘botta’…i suoni sono freddi e devastanti, carichi a dovere di rabbia ragionata, mentre le performance mettono sul piatto un combo che sa quello che vuole e come ottenerlo; il mixing e il mastering lavorano a braccetto per far fruire ogni singolo strumento con il massimo della facilità senza sacrificare la sacrosanta botta.


“Tremendum” non sarà il disco più estremo degli Hate ma di sicuro è quello più epico e pesante…dall’anthemica “Asuric Being” alla spettrale “Walk Through Fire” il viaggio tra blast beats furenti e growl disumani è tutt’altro che una passeggiata. “Svarog’s Mountain” “Sea Of Rubble” e “Ghostforce” sono i capitoli più assimilabili, dove un coinvolgente appeal ‘diretto’ permette di arrivare in testa dopo pochi ascolti senza fatica. “Indestructable Pillar” e “Into Burning Gehenna” invece si svelano poco per volta, come delle autentiche gemme.


L’arte dell’evoluzione senza tradire le proprie origini è un compito arduo oggi giorno, dato che i fans difficilmente perdonano eccessive virate stilistiche…gli Hate hanno provato a modernizzare l’enormità del proprio sound e il risultato è davvero efficace.


Voto:

7,5

Info

Napalm Records
2017
Technical Brutal Metal
http://www.hate-metal.com/

Tracklist

01. Asuric Being

02. Indestructable Pillar
03. Svarog's Mountain
04. Numinosum
05. Fidelis Ad Mortem
06. Into Burning Gehenna
07. Sea Of Rubble
08. Ghostforce
09. Walk Through Fire

Lineup

Atf Sinner: Guitars & Vocals

Pavulon: Drums
Apeiron: Bass (Live)
Domin: Guitars (Live)